Le Nostre Borse Preferite:

Meglio Guess o Liu Jo: Quale Borsa Scegliere?

Una Donna Con Una Maglia Guess

Sfogliando i mensili patinati, non manca mai una pubblicità o un look dove spiccano Guess e Liu Jo. Nomi accattivanti e personalità decise rendono questi due brand molto desiderati!

Le loro proposte di borse a prezzi accessibili contribuiscono a un successo pressoché mondiale. Successo dovuto anche al linguaggio impiegato da Guess e Liu Jo, fatto di una femminilità glamour che attrae soprattutto, ma non esclusivamente, le giovani donne.

 
 

Scorrendo il nostro archivio, vi sarà già capitato d’imbattervi in un primissimo confronto Guess versus Liu Jo, che anticipa ciò illustreremo in questo articolo.

Guess e Liu Jo, così simili nella storia e così diverse nel loro DNA; le abbiamo scelte proprio per questo. Nascono da un paio di jeans e piccole realtà nazionali; hanno scalato il mercato internazionale a colpi di volti nuovi, ora celebri, e un marketing azzeccato.

La parola-chiave di Guess e Liu Jo è “glamour”.

Cosa contraddistingue una borsa Guess da una Liu Jo? Quale sarà la più giusta da scegliere? Partiremo dalle storie dei due marchi per capire il loro fascino glam.

Potrebbe anche interessarti: Borse Simili All’Intrecciato Bottega Veneta: 5 Alternative Da Scoprire

Indice:

1. Il Brand Guess

Dietro al successo di Guess ci sono ben 4 fratelli: George, Maurice, Armand e Paul Marciano, nati in Marocco, cresciuti a Marsiglia e giunti nella East Coast in cerca di successo.

I fratelli Marciano hanno già delle piccole boutique sparse per la Francia, quando George si rende conto che negli States i jeans sembrano tutti uguali.

Il mercato del denim era in declino da tempo, così George prende la palla al balzo e tenta la fortuna oltreoceano.

Seguito dal fratello Maurice, George importa negli USA lo “stone-washing”, un trattamento che rende il denim morbido e dall’aspetto consunto.

Aprono un negozio a Beverly Hills nel 1981 e, vinte le resistenze di Maurice, George propone i suoi jeans al colosso Bloomingdale. Messi in vendita a New York, i jeans Marciano vanno a ruba in sole tre ore! Armand e Paul arrivano l’anno seguente.

Ma come nasce il nome Guess?

Non “indovinereste” mai. È stato un caso fortunato! Al suo arrivo, George non masticava l’inglese, ma una parola su un cartellone pubblicitario lo attirò: “guess” (traduzione in italiano: indovina).

Facile da pronunciare e bella da ascoltare, piace istantaneamente.

Il fratello Paul aggiunge un punto esclamativo, il tocco creativo. È Paul ad avere un occhio per la comunicazione e sviluppa campagne pubblicitarie femminili e con un tocco trasgressivo, tutto black & white.

Nel 1983 il brand espande il suo catalogo con la moda uomo, seguita da linee di accessori, borse e profumi, fino alla collezione bimbo nel 1984.

Il rapporto tra questi fratelli imprenditori non è tutto “rosa e fiori” e il fondatore, George, lascia l’azienda nel 1993 e, poco dopo, fonda una maison di lusso con Armand e la designer italiana Cinzia Simone.

Dopo un calo delle vendite nei primi 2000, la ripresa e l’abbandono di Paul dalla carica di CEO nel 2015, la nuova era Guess ha lo sprint di Jennifer Lopez come testimonial dal 2018.

Leggi anche: Borse Simili Alle Gucci: 12 Interessanti Proposte

1.1 Tra le Borse Più Amate del Brand Guess

Guess – Borsa Tote Robyn

Guess - Borsa Tote Robyn

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Robyn è un’elegante tote dalle linee equilibrate e organizzazione interna perfetta.

Questa borsa è confezionata in materiale sintetico effetto pelle ed è decorata con il logo Guess in metallo dorato.

Il modello è dotato di due maniglie con catena, nastro in ecopelle coordinato e asole in metallo logato. Ha quattro piccoli piedini metallici sul fondo e chiusura con bottone magnetico.

L’interno è rivestito da una fodera stampata e offre due spazi principali con un comparto divisorio con cerniera, per un totale di tre sezioni e taschino con zip supplementare.

Misura 43 cm x 15 cm x 31 cm ed è disponibile in 3 tonalità.

Guess – Borsa a Spalla Uptown Barcelona

Guess - Borsa a Spalla Uptown Barcelona

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

La Uptown Barcelona è una borsa giornaliera a spalla dotata di mini bag a mano coordinata, tutto in ecopelle a tinta unita.

Unica decorazione è il logo in metallo oro pallido lungo il bordo superiore, nella quale la E di Guess è il bottone a girello della chiusura.

La borsetta interna è decorata con applique “Guess” ed è dotata di chiusura a zip e maniglia a nastro.

L’interno è sfoderato e privo di tasche, ma estremamente capiente. Disponibile in 8 versioni, misura 29 cm x 36 cm x 12,5 cm con manici da 25 cm.

2. Il Brand Liu Jo

Anche Liu Jo è un progetto di famiglia e, nonostante il nome esotico, è un’idea italiana!

Questo italianissimo marchio nasce nel 1995 a Carpi (Modena), centro d’eccellenza del tessile di qualità, da un’intuizione di Marco e Vannis Marchi.

Il nome deriva dai nomignoli affettuosi scambiati tra Marco (Jo) e la fidanzata (Liu).

I fratelli muovono i primi passi nella moda affermandosi, proprio come i Marciano, con i jeans. Nel 2008 approdano in TV con il “Bottom Up”, un denim che non costringe ma enfatizza le forme femminili, ed è un successo immediato.

La scalata di Liu Jo è rapida e, conquistata l’Europa, sbarca in Asia e negli States.

Il 2010 è l’anno dell’espansione, il brand esordisce nel mondo degli accessori con IT bag al centro di campagne pubblicitarie ben mirate.

Potrebbe interessarti anche: La Nuova It-Bag dal Mondo Liu-Jo: La Borsa Shopping Florida “Sei Unica”

Nel 2012, a coronare l’ascesa dei Marchi, arriva l’apertura della prima boutique lungo il prestigioso corso Vittorio Emanuele a Milano.

Madrina dell’inaugurazione è niente di meno che la top model e testimonial Kate Moss. Da allora, i Marchi non sembrano temere la concorrenza, e crescono inglobando altri marchi made in Italy come la familiare Bluemarine.

Il brand esplora possibilità eco-friendly nella promozione e produzione, mentre si dedica allo sviluppo di un linguaggio mediatico elegante e positivo.

Le pubblicità Liu Jo non promuovono solo dei prodotti, ma anche consapevolezza e senso di amicizia.

Lo fa a colpi di “hashtags”: la passata campagna #StrongTogether racconta i mille volti delle donne e la loro forza attraverso le amiche e modelle Karlie Kloss e Jourdan Dunn.

La storia di Liu Jo continua con il tema #Glamourizing e il volto di Anna Ewers.

Il glamour è l’essenza del brand e la chiave per una maggiore confidenza. Qualità che non manca nelle due borse che vi proponiamo oggi…

2.1 Tra le Borse Più Amate del Brand LiuJo

Liu Jo – Borsa It’s Me Soia

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

It’s Me Soia è un modello multiways in similpelle da portare a spalla, a mano o come crossbody bag grazie ai manici lunghi 23 cm e la tracolla staccabile.

Questa borsa da giorno ha una morbida forma a mezzaluna e chiusura con bottone magnetico. È decorato con due cinghie diagonali, borchiette e bottoni gioiello in metallo dorato.

L’interno comprende due sezioni, divisore contenitore con zip e taschino laterale. Le misure complessive sono 30,5 cm x 35,5 cm x 14 cm.

Liu Jo – Piccola Borsa a Tracolla Matelassé

Liu Jo – Piccola Borsa a Tracolla Matelassé

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Questo modello è una morbida tracolla ecopelle con lavorazione matelassé e piccoli strass.

È decorata con le iniziali del brand sulla patta centrale e ha chiusura magnetica. L’interno è foderato con stampa LJ e comprende due taschini portaoggetti di cui uno con zip.

È dotato di tracolla con catena e nastro in similpelle, è disponibile in 6 tonalità e misura 22 x 14 x 7 cm.

Potrebbe anche interessarti: 9 Interessanti Alternative Simili alle Borse Chanel

3. Differenze Principali tra Guess e Liu Jo

Riepiloghiamo cosa condividono Guess e Liu Jo: le origini in famiglia e nel denim, un vasto catalogo total look, un marketing diretto.

Per quanto riguarda il nostro argomento preferito, ovvero le borse, le due case spuntano tutte le caselle delle proposte moda. Spaziano tra giorno e sera, ufficio e disco, ma lo fanno con uno stile totalmente diverso.

Cosa contraddistingue una borsa Guess da una Liu Jo?

Il glamour, appunto! Il linguaggio del “lookbook” Guess è audace, sportivo e femminile; quello proposto da Liu Jo è casual, chic e raffinato.

Nelle sue borse, Guess adora finiture appariscenti, come il metallico e il classico verniciato, e texture decise come pitonato, animalier e cocco, anche insieme!

Altre caratteristiche sono il logo declinato in molte, forse troppe, varianti (triangolo, G, nome); predilezione per decorazioni, catene e charms gioiello, e lavorazioni che ricordano quelle delle grandi maison (monogram LV e G intrecciate  alla Gucci).

Potrebbe anche interessarti: Meglio Gucci o Louis Vuitton: Quale Borsa Scegliere?

I dettagli sono maniacali e non mancano colorazioni vitaminiche e proposte in ecopelle. Le borse firmate Liu Jo saltano dal tempo libero al lavoro con pari eleganza e creatività.

Le silhouette sono aggraziate, la varietà di colori e di charms spiritosi è vasta. Il brand calibra, a seconda delle occasioni, il rapporto decorazione – design per soddisfare i gusti più disparati: da stampe maxi a stelline minimal; tote da professionista a shopper con nappe estive.

4. Guess o Liu Jo: Quale Brand Scegliere?

Guess o Liu Jo: Quale Brand Scegliere?

Guess versus Liu Jo è uno scontro ad armi pari, perché entrambe hanno un carattere unico e un catalogo nutrito. Si pongono nella fascia medio-alta, offrendo modelli di tendenza a prezzo ragionevole.

Si parte da un minimo di circa 50 € per una clutch Liu Jo e, qualche decina di euro in più invece, per una shopper Guess, fino al “lusso accessibile”, a meno di 200 €, dei modelli in suede dell’italiana.

Guess sfiora i 260 €, ponendo qualche limite ai nostri desideri. Se il fattore prezzo non è decisivo, consideriamo i due stili.

I modelli Guess puntano sull’impatto visivo, mentre Liu Jo predilige motivi semplici con alcune eccezioni scherzose.

Se amate il particolare, Guess avrà il modello adatto; tuttavia, la cura nei dettagli e la qualità del made in Italy premiano sempre.

La nostra scelta ricade su Liu Jo. Non è solo una questione di orgoglio nazionale ma di praticità: le borse Liu Jo sono davvero originali e facili da abbinare.

Se Guess è particolare, Liu Jo è originale. Dalla vostra scelta una cosa è chiara: siete cariche di energia e di femminilità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sapere come utilizziamo i tuoi dati quando commenti, leggi la nostra Informativa sulla privacy.