Le Nostre Borse Preferite:

Eastpak o Jansport: Quale Zaino Scegliere?

Eastpak o Jansport: Quale Zaino Scegliere?

Eastpak e Jansport si contendono la palma dello zaino più amato dagli studenti.

Quando uno di questi backpack cattura la nostra attenzione per strada, ci sentiamo istantaneamente catapultati in un campus americano lussureggiante o intorno a un falò tra amici.

 
 

Eastpak e Jansport sono nate sulle due coste opposte degli States e per due settori ben diversi, ma sono finite sulle spalle di milioni di giovani in tutto il mondo!

Un backpack, che sia Eastpak o Jansport, parla di avventure urbane o fuori dai confini cittadini e, soprattutto, di ritorno alla natura.

Approccio eco-friendly e invito ad una vita più green sono le bandiere di questi due marchi tanto amati e apprezzati.

Tratterremo di questi due brand e scopriremo le loro qualità uniche per aiutarvi nella scelta.

Potrebbe interessarvi anche: Zaino The North Face o Eastpak: Quale è Meglio?

Indice:

1. Il Brand Eastpak: Storia, Caratteristiche e Qualità

Nata sulla costa ovest, Eastpak ha conquistato l’esercito americano, iniziando un’invasione pacifica dei college negli anni ’70.

Vi abbiamo già presentato il brand fondato da Mr Goldman nel ’52  e parlato della radicale trasformazione ad opera del figlio Monte, che ha garantito un successo duraturo anche oltre oceano.

Focalizziamoci sul segreto di tanto successo: una combinazione di qualità, resistenza, originalità e nuova consapevolezza.

I prodotti a marchio Eastpak sono fatti per durare ed essere sfruttati al massimo; tutto merito dell’esigenze dell’U.S. Army e della conseguente ricerca di materiali super “performanti” e leggeri.

Leggi anche: Recensione Zaino Eastpak Pinnacle Stitch Cross

L’originalità è nelle (quasi) infinite combinazioni di design e tonalità con un pizzico d’ironia. Ogni stagione reinventa i modelli classici e apre le porte a nuove collaborazioni esclusive.

L’ultima novità? Eastpak si tinge dei colori del Brasile nella nuovissima edizione con Havaianas, il famoso brand di infradito. Tra le tante tonalità di cui si veste Eastpak, una spicca tra tutte ed è il verde della sua anima green.

Seguendo le linee guida della compagnia madre VF, anche Eastpak ha ridotto le sue emissioni nocive, impegnandosi in una produzione a minor impatto quotidiano e ambientale. Il riciclo di tessuti e materiali plastici è solo un aspetto della produzione.

La filosofia Eastpak mira al riuso, riparazione, riciclo e riduzione degli sprechi e crea un circuito di “rinascita”. Una rinascita che vuole essere, anche e soprattutto, un invito ad adottare uno stile di vita più ecologico.

Vedi anche: Recensione Zaino Eastpak Padded Pak’r Multicolor Simply Red

1.1 Tra i Modelli Più Amati del Brand

Eastpak è un alleato affidabile in tante situazioni come scuola, ufficio e tempo libero. Questi due modelli tra i più amati del brand calzano proprio a pennello!

Eastpak Zaino Provider

Eastpak Zaino Provider

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Lo zaino Provider è un modello per lavoro e studio, perché la sua struttura espansibile e imbottita consente di alloggiare un laptop da 15 pollici in totale sicurezza.

Si tratta di uno zaino solido e resistente, comprendente una tasca organizer esterna e due comparti interni, di cui quello più interno con scomparto imbottito porta PC.

La maniglia sagomata in gomma, schienale e spallacci piatti imbottiti ne assicurano affidabilità e comodità d’uso.

Lo zaino misura 44 cm x 31 cm x 25 cm; pesa meno di un chilo ed è realizzato in poliestere e nylon idrorepellente.

Eastpak Zaino Out Of Office

Eastpak Zaino Out Of Office

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Modello classico che racchiude l’anima casual di Eastpak con le sue linee morbide e tante varietà.

Lo zaino comprende un’ampia tasca esterna e un interno con scomparto imbottito per PC e tasca a rete in vista sul fondo.

È dotato di maniglia in nastro, schienale e spallacci imbottiti. È disponibile in una vasta gamma di tinte e stampe; misura 44 cm x 29,5 cm x 22 cm ed è realizzato interamente in leggerissimo poliestere.

2. Il Brand Jansport: Storia, Caratteristiche e Qualità

Jansport unisce tre amici di Seattle amanti della montagna, Skip, Murray e Jan.

Siamo nel 1967: Murray Pletz ha vinto da poco un concorso indetto dall’azienda Alcoa con una struttura per zaini in acciaio flessibile di sua creazione.

Insieme al cugino Skip, escursionista amatoriale, decide d’investire il premio nella produzione di backpack, ma ha bisogno di qualcuno pratico di tessuti e cuciture. Murray chiede alla fidanzata, Jan Lewis, di aiutarli nell’impresa promettendo di dare il suo nome alla neonata compagnia e sposarla.

Così è stato fino alla rottura del matrimonio negli anni ’70, quando Murray esce dagli affari.

Il brand, ora guidato da Skip e Jan, si dedica all’outdoor con soluzioni innovative per l’epoca, come gli zaini ad apertura frontale.

Jansport è nata per la montagna e nel ’72 lancia il modello tecnico D-2, originariamente ideato per le escursioni sull’Himalaya.

Subito dopo è ceduta alla compagnia di attrezzature sciistiche K2, passando di mano in mano, fino ad arrivare alla VF Corporation nel 1986.

Questo colosso americano include marchi top dell’outdoor di nostra conoscenza come The North Face e Napapijri, oltre alla Eastpak!

Tornando alle origini, i tre fondatori adorano la natura e invitano gli amici in scalate di gruppo sul Monte Rainier. Questa cima è ancora oggi una meta fissa insieme a festival musical ed eventi che Jansport organizza o supporta.

Molto presto gli zaini Jansport spopolano nei college americani.

A differenza della concorrente Eastpak, il salto nel settore backpack casual inizia per caso, ma viene sfruttata al massimo con campagne televisive con un boom di vendite negli anni ’90.

Oggi, Jansport continua a differenziarsi con soluzioni porta PC, zaini sportivi, valigie casual e una linea tecnica pensata specificatamente per il pubblico femminile.

Il brand ha un piede nel passato e uno nel presente. Il suo lifestyle è quello della generazione Z, quella dei festival e della libertà d’espressione. Non a caso, Jansport ha mosso importanti passi avanti verso una produzione più green e consapevole, supportata dalla sua garanzia a vita.

Iniziamo la scoperta dei prodotti Jansport con l’icona SuperBreak, il primo modello passato al lato eco-friendly.

2.1 Tra i Modelli Più Amati del Brand

Jansport Zaino Superbreak

Jansport Zaino Superbreak

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

La SuperBreak è il modello campione di vendite. Uno zaino dalle linee basic morbidamente squadrate e super leggero per la scuola o il tempo libero in una bella varietà di colori.

È dotato di una tasca esterna organizer, vano laterale porta-borraccia e un unico comparto interno molto ampio.

È realizzato in poliestere e parzialmente in tessuto riciclato con pannello schienale imbottito per 2/3 e maniglia in nastro. Misura 42 cm x 33 cm x 21 cm e pesa solo 300 grammi.

Jansport Zaino Right Pack

Jansport Zaino Right Pack

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Right Pack è un altro zaino icona per il suo gusto più maturo nei materiali e tonalità. È un modello adatto a ufficio e università, grazie allo scomparto porta PC da 15 pollici e un’organizzazione logica degli spazi.

Comprende una tasca e uno scomparto organizer esterni; un vano interno con tasca per notebook. La silhouette è essenziale ed è caratterizzata dal fondo piatto in pelle scamosciata.

I modelli sono tutti bicolor in tessuto di nylon Cordura© e pelle con tiranti in pelle suede. Lo zaino ha spallacci imbottiti e maniglia a nastro; misura 46 cm x 33 cm x 21 cm e pesa circa 600 grammi.

3. Differenze Principali Tra i due Brands

Per facilitare la vostra scelta, andremo ad analizzare le differenze principali tra i due brand e la fascia di prezzo.

Entrambe sono fatte per resistere e offrono garanzie decennali; la qualità delle materie prime è alla base di queste promesse.

Dalle origini militari, Eastpak conserva l’uso di nylon, poliestere e poliuretano, resistenti all’usura e all’acqua; ai quali aggiunge imbottiture estese super-leggere, pelle, eco-pelle e tessuti riciclati.

Jansport è in alcuni versi simile nella ricerca di leggerezza e forza con il suo poliestere 600 Denier.

Il brand di Seattle ama la Cordura©, cotone premium, nylon riciclato e, soprattutto la pelle suede. La pelle scamosciata è la sua firma; fa capolino sul fondo dell’iconica Right Pack ed è la veste della nuovissima Desert Collection.

I modelli per la scuola seguono la tipica silhouette tondeggiante (pensiamo alla Padded Pak’r o la SuperBreak), ma le differenze non mancano.

Eastpak preferisce sviluppo interno in zaini strutturati, mentre Jansport preferisce gli esterni accentuati con le sue tipiche grandi tasche frontali accessoriate come box organizer.

Lo stile Eastpak è metropolitano, hi-tech e all’ultimo grido; le collaborazioni pop e le edizioni limitate sono status symbol per giovani professionisti.

Jansport è più indie e casual con una palette cromatica solida e stampe estive dal sapore californiano.

Jansport esalta l’individualità e offre più spazio alla personalizzazione anche con patch e pin originali da aggiungere online.

Importanti differenze sono catalogo e prezzo.

I cataloghi Eastpak e Jansport coprono le stesse esigenze (scuola, lavoro, outdoor, viaggio), ma quello Eastpak è più ampio ed esclusivo.

I prezzi si pongono nella fascia media per entrambe.

Uno zaino basic per la scuola Eastpak parte dai 50 euro circa, come nel caso del modello Padded Pak’r.

Il costo di quest’ultimo può variare in base alle offerte in corso, i materiali utilizzati e alla collezione a cui appartiene.

Ad esempio, sempre prendendo come riferimento il modello Padded Pak’r che, come abbiamo visto, parte da un prezzo all’incirca di 50 euro, può arrivare anche ad un costo di 100 euro nella versione vintage di Harris Tweed e ai 250 euro per quella in pelle.

Se parliamo invece della Jansport, sempre rimando in tema di zaini per la scuola, i prezzi, ad esempio per il modello amato come il Super Break, partono anche qui da una cifra approssimativa di 50 euro per poi aumentare in base alla stampa e alla collezione.

Come abbiamo visto, la collezione, come anche la strutturazione dello zaino giocano un ruolo determinante nel prezzo, ed è qui che Jansport diventa meno abbordabile con soluzioni porta PC con trolley superiori ai 200 €.

4. Quale Marchio Scegliere? Quale Zaino è Meglio?

Non sono tanto l’uso del vostro futuro zaino o un minor impatto sull’ambiente a determinare la scelta, quanto i vostri gusti e il senso di “sicurezza” che desiderate.

Dunque, tra Eastpak e Jansport, qual è meglio?

Se desiderate uno zaino dal gusto vintage e texture naturali, una Jansport con tocchi in pelle suede sarà un’ottima scelta.

Tuttavia, nel corso degli anni, alcune utenti sembrano aver notato negli zaini Jansport qualche carenza nella loro durevolezza, mentre per noi robustezza, sicurezza e comfort non devono mai mancare in uno zaino.

Questi elementi sono importantissimi per il benessere di chi indossa uno zaino quotidianamente e vengono tutte soddisfatte da una Eastpak, grazie ai suoi tessuti “performanti” e alle imbottiture estese ma leggere.

La lunga fama di questo brand parla da sé e la varietà degli stili rende la Eastpak sempre fresca e al passo coi tempi. Avrà più di 70 anni, ma Eastpak non li sente per nulla.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sapere come utilizziamo i tuoi dati quando commenti, leggi la nostra Informativa sulla privacy.