Le Nostre Borse Preferite:

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Zaino Eastpak o Napapijri: Quale Brand Scegliere?

Zaino Eastpak o Napapijri: Quale Brand Scegliere?

Anche questa volta vogliamo parlarvi di un accessorio super versatile e amatissimo da tutte le fasce d’età: lo zaino.

Quest’ultimo, oltre ad accompagnarci fin dai banchi di scuola, è anche un trend popolarissimo, pertanto un must-have da avere nel proprio guardaroba.

 
 

Abbiamo già mostrato alcune soluzioni fashion di zainetti da giorno, oggi metteremo a confronto due autorità dell’outdoor e della giungla urbana: l’americana Eastpak e l’italiana Napapijri.

Cosa rende unici questi due marchi e a chi si rivolgono? Per tutte le più “savvy“, risponderemo anche alla domanda “qual è la scelta migliore?“.

In questo articolo, prenderemo in considerazione estetica e versatilità; esamineremo stili e materiali, ripercorrendo le storie dei due brand per capirle e apprezzarne meglio le creazioni.

Potrebbe interessarti anche: Eastpak o The North Face: Quale Zaino è Meglio?

Indice:

1. Storia del Marchio Eastpak

Storia del Marchio Eastpak

Dietro la Eastpak c’è niente di meno che l’esercito americano! La sua storia inizia nel 1952 con la Eastern Canvas Products Inc. di Monte Goldman, rifornitore di borsoni e sacche super resistenti per l’U.S. Army.

Nel 1976, quando a Monte si unisce negli affari il figlio Mark, la compagnia lascia i campi d’addestramento per i meno rigidi campus americani della East Coast.

L’azienda cambia radicalmente pubblico e nome senza rinunciare a qualità e robustezza.

Alla fine degli anni ’70, nasce la realtà che conosciamo oggi: Eastpak, casa degli zainetti virtualmente indistruttibili.

Gli anni ’80 sono anni d’oro: una fedele clientela tra i più giovanissimi che aumenta grazie a campagne marketing colorate e sfrontate.

Tutti ricorderanno almeno una locandina Eastpak e, soprattutto, la garanzia estesa a vita. Fin dagli esordi come Eastern Canvas Inc., l’azienda mira a prodotti “eterni” e nel 1983, ben sicura di sé, decide d’investire in una garanzia di ben 30 anni.

Il brand non deve la sua fama solo alla pubblicità, ma anche alle tante fantasie e tonalità che rendono i suoi pezzi sempre freschi. Il decennio ’80 è coloratissimo e spiritoso, così i backpack Eastpak si vestono di tinte neon e grafiche audaci.

All’insegna della creatività e di nuovi modi d’espressione, il nuovo millennio si apre con collaborazioni artistiche inedite, seguite da cooperazioni con fashion designer di fama internazionale: Eastpak collabora con l’artista dei tattoo Hanky Panky nel 2003, prima di inaugurare la “Eastpak Artist Studio” a supporto della “Designers Against AIDS” nel 2010.

Artisti e designer sono invitati a reinterpretare lo zaino-icona Eastpak, il Padded Pak’r.

Rispondono Manolo Blahnik e Kenzo; mentre altre collaborazioni vedono Jean Paul Gautier e Raf Simons… Eastpak non vuole smettere di meravigliare e lo fa con il Padded Pak’r.

1.1 I Modelli Più Amati Del Brand Eastpak

Eastpak Zaino Padded Pak’r

Eastpak Zaino Padded Pak'r

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Non abbiamo dubbi: il Padded Pak’r è il modello Eastpak più amato e famoso; non a caso, è una vecchia conoscenza di MondoBorse.

Questo zaino è intramontabile e lo si riconosce subito dalla forma a sacco con targhetta “Eastpak” ben in vista sulla tasca frontale.

Lo zaino Padded Pak’r è creato da un unico pezzo di tessuto e ha una capienza di 24 litri, perfetto per la scuola e brevi gite.

Usandolo, si adatterà al fisico di chi lo indossa, garantendo sempre massimo confort: ha bretelle e schienale imbottiti e super comodi.

È realizzato in poliestere, un materiale leggero, durevole e resistente all’acqua.

Lo zaino misura 40 x 30 x 18 centimetri; ha una tasca anteriore con zip e un unico comparto capiente con chiusura a lampo.

Lo stile è casual e le sue linee sono essenziali, ma le limited edition e le sue (più di) 2000 varianti permettono di trovare il Padded Pak’r più adatto a voi.

Vedi anche: Zaino Borealis o Borealis Classic: Quale Modello Firmato “The North Face” Scegliere?

Eastpak Zaino Pinnacle

Eastpak Zaino Pinnacle

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Il daypack Pinnacle è una proposta più accessoriata ma dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

È uno zaino dalla silhouette lineare e volumi più estesi; messo a confronto con il Padded Pak’r, risulta più capiente e meglio organizzato.

La razionalità degli spazi interni, la struttura solida e la capacità di 38 litri, lo rendono un buon compagno per l’università e il lavoro: ha due ampi comparti principali con chiusura a zip e due tasche anteriori con lampo.

Gli scomparti esterni consistono in due tasche, una esterna reticolata e una interna ad “organiser“.

Il modello misura 42 x 32 x 25,5 centimetri ed è realizzato in nylon idrorepellente ad alta densità con imbottiture lungo lo schienale e gli spallacci ergonomici.

Questi materiali lo rendono confortevole e areato, resistente e sicuro contro il rischio di acquazzoni.

Leggi anche: Meglio Osprey o Deuter: Quale Zaino Scegliere?

2. Storia del Marchio Napapijri

Un nome così evoca posti lontani e inaccessibili, ma Napapijri è un brand tutto italiano. Nasce da un investimento dell’imprenditrice valdostana, Giuliana Roset, che acquisisce un’impresa torinese di zaini, la Green Sport Monte Bianco.

La Roset trasferisce la compagnia in un piccolo villaggio della Valle d’Aosta e continua la produzione di borse per l’outdoor su scala artigianale.

Napapijri è una errore di battitura del finlandese “napapiiri” (circolo polare) che contribuisce alla sua aura misteriosa. L’ispirazione per il restyle dell’azienda arriva sfogliando mappe e volumi illustrati.

Non è frutto del caso, se la primissima borsa della neonata Napapijri è la Bering, omaggio all’esploratore danese dell’Artico.

Il logo riassume il concept del brand: il nome è reso in positivo e negativo per richiamare i due poli terrestri. Gli elementi identificativi (logo, bandiera norvegese e patch rotonda con circolo antartico) suggeriscono esplorazioni in terre estreme.

Ben presto Napapijri si specializza in abbigliamento funzionale per la montagna e, nel 1997, apre la sua prima boutique nella strategica località sciistica di Chamonix.

Il brand, senza dimenticare le sue origini, punta sempre di più alla moda tecnica dal gusto minimale e sobrio, fino ad arrivare alle calzature.

Napapijri cresce arrivando a portare il made in Italy in Giappone e a collaborare con designer del prêt-à-porter del calibro di Karl Lagerfeld. Anche se una buona fetta della produzione è l’abbigliamento, Napapijri firma zaini pratici e unisex adatti anche alla vita in città.

Oggi conosceremo due tra i modelli Napapijri più apprezzati.

2.1 I Modelli Più Amati del Brand Napapijri

Napapijri Zaino Voyage

Napapijri Zaino Voyage

Immagine: pinterest.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Lo zaino Napapijri più popolare è il Voyage, compagno di “viaggio” e degno concorrente del Padded Pak’r per stile e funzionalità.

Questo modello unisex ha una struttura elementare e linee molto morbide. Presenta una tasca anteriore con chiusura a lampo e uno scomparto principale, con taschino interno, chiuso con zip e doppi tiranti.

Ha una capienza di 22 litri e misura 40 x 31 x 13 centimetri, le dimensioni giuste per tutti i giorni. È realizzato in poliestere denso e tela per la maniglia e gli spallacci imbottiti.

Il Voyage si contraddistingue per l’applicazione di patch e loghi a vista che hanno il gusto retrò delle sacche da viaggio. Questo modello è disponibile in versioni a tinta unita e alcune edizioni con stampe grafiche.

Napapijri Zaino Happy

Napapijri Zaino Happy

Immagine: napapijri.it

Vedi Prezzi e Disponibilità su Amazon

Lo zaino Happy, proposto come daypack per la scuola, merita la nostra attenzione. Messo a confronto con il Voyage, le sue forme risultano più contenute ed equilibrate.

La silhouette più slanciata e il posizionamento dei loghi sono esteticamente più armoniose: un’unica patch rotonda decora la fronte dello zaino, mentre il logo Napapijri è stampato lungo il bordo superiore.

È disponibile in alcune varianti in tinta unita e il suo stile casual è adatto agli studenti e ai giovani adulti. Happy è realizzato in poliestere ad alta densità e tela a contrasto.

Ha una capienza di 20 litri e misura 41,5 x 31 x 13 centimetri.

Vedi anche: Zaino Antifurto: Dal Modello Bobby Alle Proposte Più Economiche

3. Differenze Principali Tra i Due Marchi

Nomi, loghi e forme accomunano Eastpak e Napapijri, così come il grande impegno verso la natura e la comunità, linee guida dettate dalla compagnia madre VF.

Il comune richiamo alla natura incontaminata e all’avventura attraggono gli amanti dell’outdoor e il pubblico più giovane. Ma non fatevi ingannare da queste somiglianze, anche se notevoli!

Leggi anche: 7 Zaini Simili a “The North Face” Per Gli Amanti Della Natura

Sinteticamente, potremmo definire Eastpak un’azienda di accessori per il tempo libero, e Napapijri un brand di moda sportiva. Eastpak nasce proprio come produttore di borsoni.

Ancora oggi, borse, zaini e trolley costituiscono il vasto catalogo dell’americana, che conserva la ricerca tecnologica delle sue origini militari.

Napapijri ha perso via via il focus sulla pelletteria per dedicarsi all’abbigliamento da escursione, la fetta maggiore della produzione.

Entrambe fanno della sostenibilità la loro bandiera: Eastpak punta sul riciclo, riuso e creazione di articoli dalla lunga vita, proponendo anche versioni 100% vegan dei suoi classici; Napapijri mette al bando materie di origini animali cercando un sostituto a piume e pellami dal 2015.

Lo stile delle borse Napapijri è casual, la struttura essenziale con palette di tonalità “earthy” e alcune concessioni a tinte unite cariche.

Il fulcro dei suoi modelli è il logo stampato a grandi lettere o applicato. Gli zaini Eastpak sono degli evergreen costantemente aggiornati con piccoli accorgimenti smart.

La sperimentazione estetica è un altro cavallo di battaglia della Eastpak, tanto che ogni Padded Pak’r sarà sempre diverso dall’altro, in ogni stagione.

4. Quale Marchio Scegliere? Qual è Meglio?

Eastpak o Napapijri, quale marchio scegliere?

I due brand meritano, perché entrambe mostrano una grande cura nella progettazione di articoli all’avanguardia e rispettose dell’ambiente.

Come sempre, la scelta dipenderà dalle vostre necessità e gusti personali. Se cercate uno zaino giornaliero e preferite l’eco-friendly, Napapijri è una soluzione in linea con il vostro lifestyle.

Se non cercate solo un modello “green“, ma un pezzo resistente a tutto e dalla personalità unica, Eastpak sarà l’opzione migliore ad un ottimo prezzo.

Difficile scegliere tra le sue mille varianti!

La nostra scelta non può non ricadere che sulla Eastpak e non vediamo l’ora di scoprire il nuovo volto della Padded Pak’r…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sapere come utilizziamo i tuoi dati quando commenti, leggi la nostra Informativa sulla privacy.