Le Nostre Borse Preferite:

Come Lavare Uno Zaino: Alcuni Consigli Per Non Rovinarlo

Come Lavare Uno Zaino: Alcuni Consigli Per Non Rovinarlo

L’estate, con le sue lunghe ore di luce e calore, è senza dubbio la stagione migliore per lavare lo zaino dopo mesi d’infaticabile lavoro.

I backpack ci accompagnano in mille avventure e imprevisti, dunque si sporcano con facilità!

 
 

In estate, gli zaini da scuola vanno in “vacanza”: è il momento di lavarli.

Gli zaini da escursione posso tornare da una scampagnata sporchi di fango: bisogna rimediare e pulirli, ma come?

Questo articolo vi mostrerà i metodi di lavaggio più adatti e vi svelerà alcuni pratici consigli per lavare il vostro zaino senza rovinarlo e mantenerlo fresco (quasi) come nuovo.

Indice:

1. Come Lavare Uno Zaino: Lavaggio a Mano e in Lavatrice

Come Lavare Uno Zaino: Lavaggio a Mano e in Lavatrice

I metodi per lavare uno zaino sono essenzialmente due: il lavaggio a mano e il lavaggio in lavatrice. Sembrerebbe molto semplice, eppure la scelta perfetta non è così immediata.

La paura di sbagliare e rovinare irrimediabilmente il vostro zaino preferito è forte, ma con le giuste accortezze sarete pronte per un nuovo viaggio o il primo giorno di scuola dei vostri figli.

Non tutti gli zaini sono uguali, perché non tutti i tessuti lo sono!

Ogni zaino avrà bisogno del metodo di pulizia più consono alle proprie caratteristiche. Per scegliere il lavaggio più adatto, il primo step è quello di leggere attentamente l’etichetta all’interno del vostro zaino.

Come ogni capo, anche la vostra borsa a spalla è munita di un’etichetta informativa riguardante i materiali di composizione, il lavaggio, l’asciugatura e i prodotti da usare o non usare!

Nel caso il vostro zaino non avesse più l’etichetta, il sito produttore potrebbe avere una scheda dettagliata del vostro modello o una pagina dedicata alla cura dei propri articoli.

Alcuni tessuti, come denim e poliestere, sono molto resistenti e possono essere lavati in lavatrice quasi senza problemi; tuttavia, altre variabili entrano in gioco nella scelta del lavaggio e ve le illustreremo.

Il lavaggio a mano, anche se più lungo e tedioso, è la scelta obbligatoria in caso di zaini con applicazioni (come perline o strass) o lunghi legacci, intelaiature fisse e tessuti particolari o dai colori molto brillanti.

Il lavaggio manuale può essere effettuato ad immersione, in una grossa bacinella o nel box doccia, o a secco con una spugna e permette di puntare su macchie ostinate e, allo stesso tempo, di detergere con delicatezza le stoffe che rischiano di stingersi.

Tessuti hi-tech dalle alte percentuali di polimeri e dalla finitura lucida, potrebbero opacizzarsi con un lavaggio in lavatrice; allo stesso modo, la vera pelle di tiranti e cinghie potrebbe danneggiarsi.

Essere prudenti non è mai troppo!

Anche un modello da globetrotter come la Herschel, che ne vede di tutti i colori, può essere lavata solo a mano, pena trasferimenti di colore e danni visibili!

Per il lavaggio manuale si può usare acqua fredda o tiepida e un sapone neutro da schiumare e strofinare con una spugna morbida, una spazzola dalle setole soffici o uno spazzolino, lì dove ci sono macchie ostiche o zone difficili da raggiungere.

Il lavaggio in lavatrice è un metodo molto più rapido ed è adatto per zaini in tessuti resistenti.

Anche per il lavaggio meccanico, la regola d’oro è delicatezza: bisogna scegliere temperature fredde e cicli brevi.

Sono da evitare centrifughe con alti numeri di giri e, in modo assoluto, l’asciugatura.

Prima di procedere con qualsiasi tipo di lavaggio, non dimenticate il secondo step: aprite tutte le cerniere del vostro zaino, svuotatelo – aspirate se necessario – e assicuratevi che tutti gli scomparti siano vuoti.

Un fazzoletto dimenticato in un taschino si sbriciolerà in tantissimi pezzi difficili da rimuovere e pericolosi per la vostra lavatrice!

2. Come Lavare Uno Zaino da Trekking

Come Lavare Uno Zaino Da Trekking

Lo zaino da trekking, che sia una sacca basic o un modello da escursione strutturato, ha una necessità comune: eliminare ogni traccia di terra, fango e sabbia accumulati negli angoli più nascosti o nelle zip.

Alcune persone, per risparmiare tempo, preferiscono lavare il proprio zaino con l’idropulitrice del car-wash, ma il lavaggio a mano è di gran lunga più delicato ed economico!

Prima di procedere al lavaggio, bisogna aprire tutte le cerniere; svuotare completamente le tasche; scotolare lo zaino e aspirarne l’interno.

Se lo zaino include elementi removibili, quali sostegni in metallo, spallacci o imbottiture, questi andranno rimossi e puliti separatamente con un panno umido.

Le macchie ostinate, come quelle d’erba, possono essere pretrattate per circa 30 minuti con uno sgrassatore, ma solo dopo essersi assicurati della compatibilità del prodotto con un patch test su una zona strategicamente nascosta.

Mentre le tracce di fango secche, possono essere strofinate con una spazzola dalle setole soffici prima del lavaggio.

Lo zaino da trekking è pronto per essere lavato: può essere deterso con uno panno inumidito con poco o senza sapone, finché non risulterà pulito, oppure con un lavaggio più approfondito nella vasca da bagno e con acqua tiepida.

Usate il soffione della doccia, inserendolo nelle tasche, e lasciando scorrere l’acqua e con questa lo sporco.

Procedete con la detersione vera e propria con una spugna morbida e un sapone neutro, sciacquando finché l’acqua non risulterà pulita.

Per concludere, trattate le cerniere delicatamente con uno spazzolino.

Finito il lavaggio, lo zaino è pronto per essere asciugato: al rovescio e appeso all’ombra in un ambiente areato o all’aperto, lontano dalla luce diretta del sole per evitare scolorimenti.

Una volta asciutto, lo zaino è pronto per essere assemblato nuovamente.

Consigli extra: se temete che le cerniere si intoppino, potete usare una piccolissima quantità di lubrificante per zip a base di silicone per non macchiare i tessuti.

Per ripristinare la lucentezza dei materiali polimerici, potete usare uno spray waterproof, che avrà proprietà antistatiche sul vostro zaino.

3. Come Lavare Uno Zaino Per La Scuola

Come Lavare Uno Zaino Per La Scuola

Anche lo zaino per la scuola può essere lavato a mano e in lavatrice, e va sottoposto agli stessi passi preliminari (controllo tasche e aspirazione).

Le criticità dello zaino da scuola dipendono dalle caratteristiche del modello e dall’uso molto frequente.

Gli zaini scolastici si sporcano facilmente di colori e inchiostro oppure merendine e bibite zuccherine e appiccicose; queste macchie difficili andranno pretrattate tenendo in ammollo lo zaino in una soluzione di acqua e smacchiatore in polvere a base di ossigeno attivo per circa due ore.

Gli zaini scuola sono molto fantasiosi e possono avere molti decori. Il trucco consiste nel rimuovere gli elementi removibili e, in caso di perline e paillette, risvoltare lo zaino, prima dell’ammollo.

Lo zaino potrà essere lavato in lavatrice per la gioia delle mamme!

Per salvare anche lo zaino più alla moda, consigliamo di inserirlo in un sacco da bucato o in una federa, e procedere ad un lavaggio delicato e a temperatura bassa, senza centrifuga.

L’asciugatura sarà esattamente la stessa applicata allo zaino da trekking.

Consiglio extra: se temete i cattivi odori, potete deodorare il vostro zaino lasciando dei fogli di ammorbidente per tessuti al suo interno.

Se cercate una soluzione ecologica per lo zainetto del vostro bambino, potete ottenere dei fogli cattura-odori naturali fai-da-te: diluite 10 gocce del vostro olio essenziale preferito in una ciotola d’acqua; tenetevi in ammollo una pezza di cotone; strizzatela bene e lasciatela asciugare.

Avrete un profumatore naturale multiuso per borse e cassetti!

3.1 Come Lavare Uno Zaino Trolley Per La Scuola

Lo zaino con trolley alleggerisce dal peso dei libri, ma non è pratico da lavare.

Questo modello richiede un maggiore investimento di tempo, ma nulla è impossibile con lo spazio giusto come un piatto doccia spazioso o un terrazzino.

Gli strumenti e i passaggi sono simili a quelli previsti per lo zaino tradizionale. In questo caso, ricordatevi di asciugare con un panno morbido gli interni e gli esterni del trolley, nonché le strutture in metallo prima di lasciarlo asciugare naturalmente all’aria.

Consiglio extra: per preservare la funzionalità delle ruote, procuratevi un bomboletta di aria compressa e vaporizzate nelle zone critiche per eliminare eventuali sassolini o terriccio accumulato.

4. Facciamo Qualche Esempio di Brand Famosi

La moda è bella perché varia e questo è ancora più vero per gli zaini!

Ogni zaino ha le sue particolarità e ognuno avrà bisogno di qualche accorgimento in più, ecco qualche esempio pratico…

4.1 Esempio: Come Lavare Uno Zaino Seven?

Zaino Seven Rawiri

Immagine: seven.eu

Seven ha accompagnato le ultime generazioni d’italiani con stile e originalità.

Famosa per i suoi zaini reversibili e sdoppiabili, questi sono i più convenienti e sorprendenti.

Un esempio è lo zaino Rawiri, un modello estensibile in poliestere con stampa maori.

È leggero e facile da lavare a mano e in lavatrice, quasi come la maggior parte delle proposte del brand.

Ricordate di espandere lo zaino per una completa pulizia delle fodere a scomparsa!

4.2 Esempio: Come Lavare Uno Zaino The North Face?

Zaino The North Face Lineage Pack 20 L

Immagine: thenorthface.it

The North Face è famosa per i sui backpack da escursionismo, ma propone anche degli interessanti ibridi tra zaino outdoor e zaino porta-pc come il Lineage Pack 20L.

Potrebbe anche interessarvi: Recensione The North Face Jester Nero

L’esterno minimale in poliestere con cinghie colorate, può essere pulito rapidamente con la tecnica del panno in microfibra inumidito.

4.3 Esempio: Come Lavare Uno Zaino Ergobag?

Zaino Ergobag Kiss The Bear

Immagine: ergobag.com

Gli zaini Ergobag sono geniali zaini scuola pensati per cresce con il vostro bambino e sono ideati copiando la struttura resistente e protettiva degli zaini da trekking degli adulti.

Uno zaino Ergobag è progettato per adattarsi alla crescita dei più piccoli non gravando sulla postura, grazie a spallacci ergonomici, schienale imbottito e cinture toraciche.

Questa linea nasce da una scelta ecologica con il riciclo di bottiglie in PET per i materiali che risultano così facilmente lavabili.

Sono resistenti a sporco e acqua ma non sono waterproof, dunque vanno lavati e asciugati come gli zaini da escursione: a mano con l’immersione in vasca e una soluzione di acqua calda e sapone neutro.

Particolare attenzione va prestata alla scelta dei prodotti detergenti o quelli che potrebbero entrare in contatto con lo zaino: da evitare prodotti con alcool e cloro.

4.4 Esempio: Come Lavare Uno Zaino Eastpak?

Zaino Eastpak Padded Pak'r Blue Birds

Immagine: eastpak.com

Padded Pak’r™ è l’icona Eastpak con la sua sagoma così semplice e morbida, riconoscibile tra mille.

Il nuovo modello è una versione resistente all’acqua con un rivestimento in nylon a prova di umidità e liquidi.

Vedi anche: Recensione Zaino Eastpak Padded Pak’r Multicolor Simply Red

Questa tipologia di backpack Eastpak non è 100% waterproof e necessita di uno spray impermeabilizzante per tessuti per mantenerne le prestazioni.

4.5 Esempio: Come Lavare Uno Zaino Napapijri?

Zaino Napapijri Voyage

Immagine: napapijri.it

Voyage di Napapijri è un invito a viaggiare leggeri e senza pensieri.

Questo modello è essenziale nello stile ma molto affidabile. È in poliestere, un materiale versatile e robusto che può essere lavato in lavatrice.

Risvoltate il vostro zaino Napapijri, scegliete acqua fredda e il programma di lavaggio più delicato possibile.

4.6 Esempio: Come Lavare Uno Zaino Herschel?

Zaino Herschel Heritage

Immagine: herschel.com

La Herschel racconta di viaggi d’altri tempi con le sue linee eleganti e colori naturali della pelle come il modello Heritage.

Uno zaino Herschel è un sogno che va curato ed è lo stesso brand a raccomandarne il lavaggio.

Si tratta del metodo di pulizia meno invasivo possibile: a mano e mirato alle zone sporche con spugna soffice e sapone delicato, e risciacquata con spugna e sola acqua.

Una Herschel non va affogata nel tinello!

5. Conclusioni

La vita tra i banchi di scuola o nel grande outdoor è un’avventura e lo zaino è il compagno di viaggio di grandi e piccini.

Lo zaino ne vede di tutti i colori e di tutte le macchie ma, se non vogliamo che siano i suoi colori a sbiadire, dobbiamo prendere cura del nostro amico.

Armati di olio di gomito, sapone gentile e qualche trucco fai-da-te, il nostro zaino sarà pulito e pronto per una nuova esplorazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sapere come utilizziamo i tuoi dati quando commenti, leggi la nostra Informativa sulla privacy.